migranti-minori

In memoria di Adan, ragazzino disabile curdo-iracheno morto a Bolzano

Riceviamo con le richiesta di diffusione da Vincenzo Passerini, presidente del Cnca del Trentino Alto Adige (Coordinamento nazionale delle Comnunità di accoglienza) questa presa di posizione forte sulla vicenda del piccolo Adan, il ragazzino curdo-iracheno di tredici anni sulla sedia a rotelle morto all’ospedale di Bolzano.

E’ possibile aderire alla petizione promossa da Il Gioco degli Specchi che sarà consegnata  a:

  • Arno Kompatscher Presidente Regione Trentino alto Adige/Süd Tirol
  • Ugo Rossi, Vicepresidente
  • don Lauro Tisi
  • don Ivo Muser

 

 

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
Ican-1050x590

Premio Nobel all’ICAN: si rilanci la mobilitazione per il disarmo nucleare e per la ratifica italiana del trattato di proibizione delle armi nucleari

I Disarmisti esigenti salutano con gioia il premio Nobel per la pace assegnato all’International Campaign to Abolish Nuclear Weapons – ICAN, la rete pacifista che è stata l’anima e la coordinatrice della mobilitazione della società civile per l’ottenimento dello storico risultato del Trattato di proibizione delle armi nucleari-TPAN, adottato da una Conferenza ONU lo scorso 7 luglio.

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

Alla “Festa al volo” incontro “Dall’accoglienza all’integrazione”

“Domenica 8 ottobre 2017 nell’ambito della “Festa al volo”, organizzata da CSV Trentino, che si svolgerà presso Trento Fiere-Via Briamasco 2, Trento, è in programma alle ore 10.45 un incontro promosso dal Cnca del Trentino-Alto Adige sul tema “Dall’accoglienza all’integrazione. Riflessioni e proposte dei volontari”.
… questo l’inizio della lettera di Vincenzo Passerini (presidente del CNCA) rivolta a voi volontari. Si tratta di un invito importante per uno spazio di dialogo e confronto. La trovate in allegato!!

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
FotodigruppoForst

Dalla parte di chi difende i diritti umani: incontro con il Relatore Speciale ONU Michel Forst

 

“È in corso una vera e propria guerra contro i difensori e le difensore dei diritti umani nel mondo, e sono necessari strumenti e strategie di protezione più efficaci”. Durante l’evento “Dalla parte di chi difende i diritti umani”, tenutosi lunedì 8 maggio presso la sede della FNSI (Federazione Nazionale della Stampa) a Roma, il Relatore Speciale ONU sui Difensori e le Difensore dei Diritti Umani Michel Forst ha denunciato sempre più attacchi mirati contro chi lotta in modo pacifico per difendere i diritti umani.

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

Quando l’orto è comunitario – di Paolo Cacciari

Mettere insieme associazioni e cittadini, recuperare terre abbandonate e antiche sementi, promuovere corsi sull’orto sinergico, dividere i frutti dell’orto fraternamente, ma soprattutto coinvolgere costantemente e in modi diversi le persone del quartiere e le scuole, magari anche i richiedenti asilo residenti in quel territorio. Ecco come nasce Comun’Orto.

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

Il Ceta approvato si può ancora fermare

Il  parlamento europeo ha approvato il  trattato di libero scambio tra Europa e Canada il  #CETA, nonostante la volontà contraria espressa da milioni di cittadini europei. La battaglia per fermare questo nuovo affronto alla democrazia non è finita: il trattato entrerà ora in larga parte in vigore in approvazione provvisoria, ma tra qualche mese, sistemato il testo legale, passerà al vaglio degli Stati.

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
libia-italia

Migration compact, un patto scellerato – p. Alex Zanotelli

di padre Alex Zanotelli

“Siamo stati capaci di chiudere la rotta balcanica,- ha detto il Presidente della Commissione Europea, Tusk-possiamo ora chiudere la rotta libica.” Parole pesanti come pietre pronunciate in occasione del Memorandum firmato a Roma il 2 febbraio dal nostro Presidente del Consiglio Gentiloni con il leader libico Fayez al Serraj, per bloccare le partenze dei migranti attraverso il canale di Sicilia. E’ la vittoria del cosidetto Migration Compact (Patto per l’Immigrazione), portato avanti con tenacia dal governo Renzi e sostenuto dall’allora Ministro degli Esteri ,Gentiloni. “L’Unione Europea tradisce i principi cardine della civiltà giuridica e viola la base democratica sulla quale si fonda la pacifica convivenza dei cittadini” afferma il presidente dell’Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione, avv. Lorenzo Trucco.

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus