migranti-minori

In memoria di Adan, ragazzino disabile curdo-iracheno morto a Bolzano

Riceviamo con le richiesta di diffusione da Vincenzo Passerini, presidente del Cnca del Trentino Alto Adige (Coordinamento nazionale delle Comnunità di accoglienza) questa presa di posizione forte sulla vicenda del piccolo Adan, il ragazzino curdo-iracheno di tredici anni sulla sedia a rotelle morto all’ospedale di Bolzano.

E’ possibile aderire alla petizione promossa da Il Gioco degli Specchi che sarà consegnata  a:

  • Arno Kompatscher Presidente Regione Trentino alto Adige/Süd Tirol
  • Ugo Rossi, Vicepresidente
  • don Lauro Tisi
  • don Ivo Muser

 

 

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

Alla “Festa al volo” incontro “Dall’accoglienza all’integrazione”

“Domenica 8 ottobre 2017 nell’ambito della “Festa al volo”, organizzata da CSV Trentino, che si svolgerà presso Trento Fiere-Via Briamasco 2, Trento, è in programma alle ore 10.45 un incontro promosso dal Cnca del Trentino-Alto Adige sul tema “Dall’accoglienza all’integrazione. Riflessioni e proposte dei volontari”.
… questo l’inizio della lettera di Vincenzo Passerini (presidente del CNCA) rivolta a voi volontari. Si tratta di un invito importante per uno spazio di dialogo e confronto. La trovate in allegato!!

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
libya-human-traffic-narciso-contreras-01

I missionari: patto scellerato Italia-Libia

Presa di posizione della Conferenza degli istituti missionari italiani contro le politiche dell’Italia per fermare i migranti in Libia e contro la criminalizzazione della ong. La Cimi chiede l’apertura di corridoi umanitari per chi fugge dalle guerre e una seria politica economica verso i paesi da cui provengono i migranti economici.
di Conferenza degli istituti missionari italiani (Cimi)

http://www.nigrizia.it/notizia/i-missionari-patto-scellerato-italia-libia/notizie

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
07-zumbo_

Metodo di coscientizzazione di Paulo Freire per insegnare l’italiano ai migranti

“Alfabetizzare non è insegnare a ripetere parole,ma a dire la propria parola”

Siamo contente di invitarvi a partecipare a un percorso di formazione e sperimentazione del metodo di coscientizzazione di Paulo Freire nell’insegnamento dell’Italiano a persone migranti.

L’incontro si svolgerà a Rovereto il 28-29 ottobre 2017; la formatrice sarà Anna Zumbo.
Il percorso è rivolto a alfabetizzatori/trici, insegnanti, educatrici/ori, cittadini/e intereressate/i; il numero massimo è di 25 iscritte/i, per poter applicare una metodologia attiva con coinvolgimento diretto delle/i partecipanti.

Iscrivetevi entro il 20 ottobre compilando il modulo ed effettuando il pagamento su:
www.studiokappa.it/?page_id=4059

In allegato trovate le informazioni dettagliate; se ci fosse bisogno di ulteriori chiarimenti, scrivete a: saruzca@gmail.com
Vi aspettiamo,

Studio Kappa, Popoli in Arte e il Comitato delle associazioni per la Pace e i Diritti Umani di Rovereto

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
malgazonta2017

“Questa è una strada vergognosa e disumana” di Vincenzo Passerini CNCA

Pubblichiamo l’orazione ufficiale per Malga Zonta, pronunciata da Vincenzo Passerini, Presidente Comunità di Accoglienza. ”

Non possiamo far finta di non sapere il destino che aspetta questi esseri umani in mano ai libici, in mano alle bande e alle milizie che si spartiscono e contendono il potere in quel paese con il quale facciamo accordi e che lucrano sulle spalle dei migranti detenuti, come documenta un recente rapporto delle Nazioni Unite. Anche ai tempi degli uccisi che noi oggi qui ricordiamo si fingeva di non sapere che destino attendeva tanti ebrei deportati. Anche noi oggi sappiamo e non possiamo tacere. Non è questa la strada per affrontare il dramma dei profughi. Questa è una strada vergognosa e disumana.”

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
padrezarai

Solidarietà a Padre Mussie Zerai

Piena solidarietà con l’operato di Padre Mussie Zerai, il prete della diocesi di Milano di origine eritrea da anni impegnato nell’assistenza ai migranti ed emarginati e nella denuncia, davanti alle maggiori autorità internazionali, di tratte di schiavi, traffici di organi e di bambini. In questi giorni padre Zerai è stato indagato dalla Procura di Trapani nell’ambito dell’inchiesta sulle Ong che soccorrono migranti in mare. Attraverso l’agenzia Habeshia da lui fondata, padre Zerai punta a favorire l’integrazione degli immigrati sul territorio nazionale e ad attività di sostegno a progetti di rientro nel paese di origine. L’organizzazione assicura inoltre ai migranti, ai profughi e ai rifugiati assistenza amministrativa, legale, di formazione e servizi in sintonia con lo scopo associativo. L’agenzia ha anche lo scopo di sviluppare e partecipare ad attività di solidarietà, di lotta contro il razzismo, le discriminazioni e l’emarginazione sociale. 

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
incontro-orto-apr2017 (2)

ComunOrto 2018/2019: cura della terra e delle relazioni

«Nessuno educa nessuno, nessuno si educa da solo, gli uomini si educano insieme, con la mediazione del mondo» diceva Paulo Freire, ed oggi questa frase risulta ancora vera se non si vuole far diventare i problemi di questo millennio sfide insormontabili per individui solitari. Queste poche parole del grande pedagogo brasiliano ispirano l’equipe di lavoro di comun’Orto che ha scelto di cercare nella pratica una modalità di lavoro di gruppo/comunità che aiuti il singolo a riprendere potere sulle proprie azioni e a imparare a inserirle in contesti più ampi dove queste possano trovare risonanza e acquisire significato e potere di cambiamento.

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus