15484_a44346

Raddoppia autorizzazione ad export armi italiane, ma il Governo ne è contento

Rete Disarmo: tendenza che alimenta i conflitti, servirebbe invece più controllo e maggiore responsabilità

Crescono vertiginosamente le autorizzazioni all’export militate italiano: 14,6 miliardi di euro (+85% rispetto al 2015, +452% rispetto al 2014). Il valore delle esportazioni effettive si attesta sui 2,85 miliardi, in linea con il passato, ma gli effetti delle autorizzazioni 2016 si vedranno nei prossimi anni. Pesa la mega-commessa (oltre 7 miliardi) di caccia Eurofighter per il Kuwait, ma tra i principali Paesi destinatari troviamo anche Arabia Saudita, Qatar, Turchia, Pakistan, Angola, Emirati Arabi Uniti. Oltre il 60% delle nostre armi finirà a Paesi fuori da UE e NATO.

Per Rete Disarmo si tratta di una politica insensata e che contribuirà a far crescere i conflitti, in contrasto con le nostre necessità di politica estera, come vorrebbe la legge 185/90

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
ghedi

Zanotelli: ‘Fermiamo i signori della guerra’ – 14 aprile 2017

bomba-moab-001“Trovo vergognosa l’indifferenza con cui noi assistiamo a una “guerra mondiale a pezzetti”, a una carneficina spaventosa come quella in Siria, a un attacco missilistico da parte di Trump contro la base militare di Hayrat in Siria, ora allo sgancio della Super- Bomba GBU-43 (la madre di tutte le bombe) in Afghanistan e a un’incombente minaccia nucleare.”

padre Alex Zanotelli, Napoli, 14 aprile 2017

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
header_trento-difesa-nonviolenta_rovepace

Un’altra difesa è possibile: 21mila cartoline recapitate ai Deputati

Incontro alla Camera dei Deputati con il Presidente della IV Commissione Francesco Saverio Garofani e alcuni deputati firmatari della proposta di legge

Un importante momento di confronto con le istituzioni e la politica, nel quale i rappresentanti delle Reti promotrici di “Un’altra difesa è possibile” hanno chiesto con forza la calendarizzazione della legge per una difesa civile non armata e nonviolenta.

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
Senza-confini--manifesto+cartolina-2

SENZA CONFINI – Percorso di educazione alla cittadinanza mondiale tra scuola e comunità

Eventi che si propongono a Mori, Brentonico e Ronzo Chienis per promuovere l’educazione alla cittadinanza mondiale come processo di comunità, costruendo significative relazioni con alcuni snodi sociali e politici dei territori di riferimento dell’Istituto Comprensivo, nell’ottica della comunità educante. Promuovono l’Istituto Comprensivo di Mori-Brentonico, gli Assessorati alla Cultura e Istruzione dei Comuni di Mori e Brentonico, gli Assessorati alle Politiche Sociali dei Comuni di Mori e Brentonico, il Sindaco del Comune di Ronzo-Chienis, il C.A.V.A. Coordinamento Associazioni Vallagarina per l’Africa, l’Associazione Grande Quercia di Rovereto, l’associazione Il Melograno di Brentonico e l’Associazione Aiutiamoli a Vivere di Brentonico.

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

Pericolo di guerra. Che fare? | Enrico Peyretti

L’opinione pubblica internazionale assiste impotente allo scivolamento verso scenari di guerra aperta, in assenza di una mobilitazione che ottenga per tempo dai governi saggi passi indietro. Non c’è solo il terrorismo nella “guerra mondiale a pezzi” da tempo in corso, che può condurre a esiti incontrollabili. Sentiamo questo allarme, che sollecita riflessioni, dibattiti, impegno. Ma è davvero immaginabile un confronto militare diretto tra Occidente e Russia? Cosa si può fare?

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
arton21023

Ero straniero e mi avete accolto – di Mao Valpiana

(…)
L’Europa di oggi lo sta sperimentando, sta vivendo questa prova decisiva di masse “straniere” che arrivano da lontano e chiedono di entrare. Si può tentare di chiudere la porta (muri, fili spinati, leggi  escludenti, respingimenti, ecc.) ma verrebbe fatalmente sfondata, oppure tenerla aperta (governare il fenomeno con politiche di accoglienza, di cooperazione, creazione di opportunità, libertà di movimento, ecc.). Il vecchio continente si gioca su questo il proprio futuro: se si chiude sarà condannato al declino.
(…)

di Mao Valpiana – Movimento Nonviolento

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus