adotta_fb_2-e1479203951179

Accordo Ceta, Zanotelli invita ad adottare parlamentare UE

Quando il Parlamento si esprime e si misura, la mobilitazione paga e le vere opinioni di tutti emergano. Dobbiamo continuare a spingere e accelerare ancora per cui l’appello è a “adottare” con maggior amore il vostro parlamentare per chiedergli di smettere di sostenere il CETA e di ascoltare le preoccupazioni dei cittadini, ma anche dei suoi colleghi.

 

Prima della fine dell’anno il Parlamento Europeo sarà chiamato a ratificare l’accordo UE-Canada firmato il 30 ottobre. A partire da oggi, Stop TTIP Italia aumenta la pressione sugli eurodeputati per chiedere loro di esprimere un voto contrario.

I nostri rappresentanti politici in Europa saranno chiamati a rispondere agli elettori, che dai territori chiederanno di motivare le loro opinioni sul CETA. È questo l’obiettivo della campagna “Adotta un europarlamentare, lanciata da Stop TTIP Italia, la rete di oltre 200 organizzazioni che si oppone agli accordi di liberalizzazione commerciale promossi dall’Unione Europea senza valutare i numerosi impatti negativi sulla vita dei cittadini e l’ambiente.

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
marcia-bruxelles-tagliata

RD Congo, dopo 47 giorni arriva la marcia a Bruxelles

OGGI L’ARRIVO DELLA MARCIA – TODAY IS THE ARRIVAL OF THE MARCH
[Italiano] Ci siamo: dopo 47 giorni di marcia (6 di riposo e 40 effettivi di marcia), oggi la marcia arriva finalmente a Bruxelles, al Parlamento Europeo.

video su Facebook

https://www.facebook.com/1025387602/videos/10209182677777111/

MESSAGGIO DEL GRUPPO SPD
Basta ai massacri nell’Est della Repubblica Democratica del Congo, basta massacri a #Beni. Questo è il messaggio forte che abbiamo lanciato oggi al Parlamento Europeo dove ho accolto, insieme al Presidente Gianni Pittella, i protagonisti della Marcia per la pace, partiti il 23 ottobre da Reggio Emilia e giunti oggi a Bruxelles dopo aver attraverso l’Europa e percorso quasi 1300 kilometri.
E con loro la conferenza al Parlamento ha visto tante voci della società civile, impegnati a dare voce a chi non ha voce. Li ho accompagnati nella consegna al Parlamento Europeo della Petizione per fermare i massacri in Congo.
Qui la petizione con tutte le istanze ribadite oggi, a partire da giustizia per le vittime e pene esemplari per j responsabili dei massacri: http://bit.ly/2c2ye11.
Lo dico ad alta voce: c’è il rischio genocidio in questa zona del Congo. La comunità internazionale non può più dire di non sapere. Il Congo, come ogni paese ed ogni popolo, merita che gli sia restituito il futuro.
Attraverso la democrazia che è stata ‘sospesa’ da chi non vuole lasciare il potere e non muove un dito per fermare questi massacri. Sono i giovani congolesi che devono alzarsi in piedi, e, pacificamente, riappropriarsi del futuro attraverso la democrazia. La storia appartiene a loro.

Arrivo di John e interviste varie
https://www.youtube.com/watch?v=S8AMkOW5gKg&feature=youtu.be

AL PARLAMENTO EUROPEO CHIEDEREMO CONCRETEZZA
Siamo quasi arrivati a Bruxelles! Da oggi siamo in un’altra importante città europea: Maastricht.
Segnalo questo articolo uscito su Eunews.it e che racconta questa marcia che ci arrivare al Parlamento Europeo giovedì 8 dicembre per chiedere al Parlamento Europeo ed alle istituzioni internazionali in generale di intervenire per fermare i massacri a #Beni!
Pace Pace Pace!!!

John Mpaliza

john-ue

 

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
header_trento-difesa-nonviolenta_rovepace

Da Trento nuovo slancio per la difesa civile e nonviolenta

Conclusi i lavori degli “Stati generali della difesa civile, non armata e nonviolenta”: due giorni di riflessioni intense ed importanti. Le cartoline di pressione sui Deputati verranno raccolte dalla Campagna “Un’altra difesa è possibile” entro il 30 novembre, in vista di una consegna a Roma nelle prossime settimane. sul sito di Radio Radicale è disponibile e fruibile la registrazione integrale degli Stati generali della Difesa civile non armata e nonviolenta tenuti a Trento il 4 e 5 novembre 2016

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
testata-trentino-accoglie

Il Trentino che accoglie – Martedì 6 dic Piazza Duomo

Di fronte al dramma dei profughi, che rappresenta la più grave emergenza umanitaria dagli anni della seconda guerra mondiale, anche le comunità del Trentino sono chiamate a dare una risposta di solidarietà e di accoglienza.

Purtroppo anche in Trentino si sono recentemente verificati degli attentati ad edifici predisposti per l’accoglienza dei profughi. Non dobbiamo in alcun modo sottovalutare la gravità di questi episodi. 

Per questo invitiamo tutti a partecipare alla manifestazione “Il Trentino accoglie” in programma martedì 6 dicembre 2016 alle ore 18.30 a Trento.

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
Protesters with a banner make their way in the Italian village of Brenner on the Italian-Austrian border, Sunday, April 3, 2016. Austria's defense minister said his country will deploy soldiers at a key Alpine pass to stop migrants arriving from Italy. Hans Peter Doskozil told German daily Die Welt that the move anticipates a shift in migrant flows from the Turkey-Greece route to the central Mediterranean. In an interview published Saturday, the newspaper quotes Doskozil saying that the military can provide "considerable support to border security" at the Brenner pass.  (ANSA/AP Photo/Kerstin Joensson)

L’attività del Brenner/o Border Monitoring

L’attività del Brenner/o Border Monitoring comprende: presenza, osservazione, intervento in situazioni critiche; orientamento e consulenza legale di base; supporto occasionale a iniziative della società civile rivolte a consegnare aiuti umanitari dal basso (prima che il pubblico-privato aprisse una presenza di supporto umanitario);

documentazione e analisi; report interni inviati agli enti coinvolti o del settore, articoli di sensibilizzazione e di analisi, incontri di (in)formazione e sensibilizzazione rivolti alla cittadinanza, advocacy pubblica; lavoro di rete.

Tratto dall’articolo ‘Corpi Civili di Pace in Italia su migrazione e asilo’

di Sara Ballardini* e Monika Weissensteiner**

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

Perché l’Italia vota contro la messa al bando delle armi nucleari?

Perché l’Italia vota contro la messa al bando delle armi nucleari?

 

Gentile direttore, ho trovato sul sito di Altreconomia una notizia sconcertante: il governo italiano all’Assemblea dell’ONU si è opposto all’avvio di negoziati per vietare le armi nucleari.

Altreconomia – http://altreconomia.it/italia-contro-bando-armi-nucleari/ – scrive che il 27 ottobre le Nazioni Unite hanno deciso a larga maggioranza di avviare a marzo 2017 i negoziati per un trattato che preveda la messa al bando di questo tipo di armi, ma il nostro Paese è tra quelli che non appoggiano la Risoluzione. L’esecutivo Renzi affianca così la posizione degli Stati Uniti d’America, alleato NATO, uno dei nove al mondo che detiene questi sistemi d’arma.

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
john-marcia-rovereto

Le tappe trentine della marcia per il Congo: immagini e parole

di 

La marcia di John Mpaliza (intervistato qualche giorno fa) arriva a Trento. Oggi l’attivista per i diritti umani di origini congolesi incontrerà gli studenti della città presso il Liceo Scientifico Galilei: qui giovani e insegnanti di vari istituti saluteranno John nella modalità organizzata dai professori Paternoster e Miori. Poi verso le 9.00 John si metterà in marcia, passando per le vie del centro storico di Trento per dirigersi verso via Brennero per prendere la ciclabile per Bolzano.

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
quercialab_2

Invito – Alpine Commons – 13.11.2016 a Rovereto

Presentazione del lavoro di ricerca che stanno svolgendo degli studenti di architettura di Berlino della TU Berlin sul tema degli usi civici e dei beni comuni nei comuni della Vallagarina.
Domenica, 13 novembre alle ore 15.00 organizziamo una presentazione dei loro lavori sulla Vallagarina al QuerciaLab – un nuovo spazio progetto che stiamo mettendo in piedi dietro al Hotel Quercia in via Abetone 69 a Rovereto – per la quale siete calorosamente invitati.
Si tratta del primo contributo intellettuale per il nuovo progetto QuerciaLAB che sta partendo con tanta energia ed entusiasmo in questo periodo.
News sul profilo facebook Ben scavato
quercialab_1
Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus