salvailsuolo-social-card01

SALVA IL SUOLO – firma l’iniziativa europea

Il suolo rappresenta una delle principali risorse strategiche dell’Europa, in quanto garantisce la sicurezza alimentare, la conservazione della biodiversità e la regolazione dei cambiamenti climatici.
Nonostante questo, in Europa, non esiste una legge comune che difenda il suolo.

Ogni anno nel nostro continente spariscono sotto il cemento 1000 kmq di suolo fertile, un’area estesa come l’intera città di Roma.

I cittadini di tutta Europa chiedono di difenderlo dal cemento, dall’inquinamento e dagli interessi speculativi.

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

Il Ceta approvato si può ancora fermare

Il  parlamento europeo ha approvato il  trattato di libero scambio tra Europa e Canada il  #CETA, nonostante la volontà contraria espressa da milioni di cittadini europei. La battaglia per fermare questo nuovo affronto alla democrazia non è finita: il trattato entrerà ora in larga parte in vigore in approvazione provvisoria, ma tra qualche mese, sistemato il testo legale, passerà al vaglio degli Stati.

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
AlbertoCast-deforestazione-600x360

Basta carbone o sarà la fine – dossier e proposte

Pubblichiamo un dossier a cura di Alberto Castagnola con una riflessione finale su quel che possiamo/dobbiamo fare (*).

Lo sapevate che i fulmini uccidono 24 mila persone l’anno? E che entro la fine del secolo un terzo della Polinesia sembra destinato a scomparire? La certosina selezione di notizie raccolte da Alberto Castagnola mostra l’effetto dei cambiamenti climatici e le molte altre conseguenze del comportamento irresponsabile dei governi del mondo e delle culture che fingono di non conoscere i limiti delle possibilità di saccheggio e avvelenamento del pianeta. Tra le primissime priorità di un’inversione della rotta che non può attendere oltre, nel modo più assoluto, c’è quella di lasciare il carbone sotto terra. Potrebbe essere il primo obiettivo da raggiungere per un grande movimento dal basso.

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus
libia-italia

Migration compact, un patto scellerato – p. Alex Zanotelli

di padre Alex Zanotelli

“Siamo stati capaci di chiudere la rotta balcanica,- ha detto il Presidente della Commissione Europea, Tusk-possiamo ora chiudere la rotta libica.” Parole pesanti come pietre pronunciate in occasione del Memorandum firmato a Roma il 2 febbraio dal nostro Presidente del Consiglio Gentiloni con il leader libico Fayez al Serraj, per bloccare le partenze dei migranti attraverso il canale di Sicilia. E’ la vittoria del cosidetto Migration Compact (Patto per l’Immigrazione), portato avanti con tenacia dal governo Renzi e sostenuto dall’allora Ministro degli Esteri ,Gentiloni. “L’Unione Europea tradisce i principi cardine della civiltà giuridica e viola la base democratica sulla quale si fonda la pacifica convivenza dei cittadini” afferma il presidente dell’Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione, avv. Lorenzo Trucco.

(altro…)

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus