header_image_slider_rovepace-COMUNORTO

Coltiviamo la diversità! A scuola si parla di comun’Orto

POMODORI, ZUCCHE, CAROTE, CETRIOLI … COLTIVIAMO LA DIVERSITÀ!

Eleonora Pizzini e Davide Di Leo della cooperativa “I Pittori”

Mercoledì 19 ottobre, sono intervenuti nella nostra scuola Carmen, volontaria del progetto comun’Orto e Carlo, coordinatore del progetto.

All’inizio i due esperti ci hanno spiegato come è nato il progetto e come si è evoluto.

Tutto è partito dall’idea di una signora del quartiere Brione di creare uno spazio nel quartiere da condividere con gli abitanti. A questo progetto iniziale hanno aderito altre persone del quartiere, che hanno proposto il coinvolgimento anche dei richiedenti asilo. Dopo aver elaborato il progetto il gruppo si è rivolto al Comune per ottenere un finanziamento e l’autorizzazione a proseguire.

Nell’aprile del 2016 sono stati concessi i permessi e messi a disposizione due terreni per la realizzazione degli orti, uno situato dietro le Scuole Elementari Gandhi, il secondo in via Driopozzo.

Solo a giugno si è potuto però iniziare a coltivare il progetto, a causa dei lavori per la sistemazione

del terreno.

Per entrare nel vivo del progetto Carlo e Carmen ci hanno diviso in tre gruppi di 7 alunni ciascuno e

proposto una simulazione:

— il primo gruppo rappresentava gli abitanti del quartiere Brione;

— il secondo gruppo era costituito dai volontari interessati al progetto;

— il terzo gruppo doveva rappresentare le autorità comunali.

L’obiettivo di ogni gruppo doveva essere quello di elaborare un progetto di un orto virtuale tenendo

conto di alcune indicazioni specifiche per ogni gruppo.

Ad esempio si doveva prestare attenzione al luogo adatto dove creare l’orto, alle modalità di coinvolgimento degli abitanti, alla ricerca dei finanziamenti, alla tutela dell’ambiente, alle varie proposte per rendere l’ambiente piacevole, alle strategie per la durata a lungo termine del progetto, alla ricerca di esperti nel campo della coltivazione, etc.

Al termine della discussione in cooperative learning, che è durata 20 minuti, i portavoce di ogni gruppo hanno riportato quanto emerso dal gruppo. Si è cercato quindi di trovare un accordo tra i vari gruppi per la realizzazione dell’orto ideale e si sono avanzate le seguenti proposte condivise:

— organizzare una festa al Parco Amico per raccogliere fondi , suggerimenti e proposte e per informare la popolazione;

— fornire l’orto di un punto di ristoro e di un riparo per depositare gli atrezzi;

— coinvolgere le scuole e le cooperative del territorio (per esempio la Cooperativa Iter)

— curare una documentazione sul sito;

— fare una lista delle regole da rispettare per coloro che partecipano al progetto.

Al termine dell’esposizione da parte dei portavoce, Carlo ci ha fatto vedere un interessante power

point che spiega nel dettaglio le varie fasi del progetto.

A questo incontro seguiranno altri interventi degli esperti e visite ai comun’orti.

Eleonora Pizzini e Davide Di Leo

 

COS’E LA COOPERTIVA   ”I PITTORI”

L’esperienza della cooperativa i Pittori nasce in seno alla classe IIC nell’anno scolastico 2014/15 presso l’Istituto Rovereto Nord, sez. medie Negrelli, su iniziativa della professoressa Doliana, di tedesco e con il supporto dell’insegnante in materie letterarie ed antropologia, Potrich.

Tale iniziativa nell’istituto era stata fatta sempre nella stessa sezione con la classe dell’anno precedente.

Sull’entusiasmo dei ragazzi è stato strutturato un percorso formativo ed informatico grazie al sostegno e il supporto tecnico della Provincia incaricata nello specifico di vedere nell’istituzione della cooperativa un buon veicolo per acquisire prerequisiti e competenze in ambito sociale.

L’attuale classe è formata da 22 allievi e fin dal primo anno si è condiviso un lavoro di approccio sistemico basato sull’integrazione e sulla relazione.

Di fatto una volta informati delle cariche istituzionali e dei compiti, i ragazzi in completa autonomia hanno scelto il Presidente, il vice presidente, i consiglieri, e via di seguito, maturando al tempo stesso maturità e consapevolezza degli incarichi e dello sviluppo della cooperativa.

Nel novembre 2015 la cooperativa è stata fondata con un rappresentante del Quartiere solidale con cui la classe ha lavorato, un responsabile della Cassa Rurale di Rovereto, il direttore della Cooperativa Iter e la responsabile della Provincia, con la professoressa Donata Loss e gli insegnanti referenti del progetto che hanno firmato e sancito la nascita effettiva della cooperativa “ I Pittori”.

Dipingere il mondo, in una armonia di valori, di equità, uguaglianza, di diritti garantiti ai più piccoli.

Tutta l’attività è stata rivolta al sociale, confezionando lavori artigianali da vendere al mercatino di Natale per sostenere progetti quali una adozione a distanza ed altri Enti ed Associazioni che promuovono il valore della persona e della comunità.

Tutta l’attività è stata partecipata dai ragazzi e dalle famiglie nonché dalla scuola con la Dirigente Dott.ssa Alessandra Sighele che ha promosso ed esteso questa esperienza didattica esperienziale e sociale a tutta la scuola.

Il risultato è stato efficace tra gli alunni che si sono fatti coinvolgere ed hanno coinvolto coetanei e altre famiglie all’iniziativa.

Cosa ancor più gradita che si è deciso unitamente di riproporla anche nell’anno in corso.

Vale il pensiero che impiantato il seme bisogna abbeverarlo perché sicuramente darà frutto.

Prof. Gianni Potrich

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

6 thoughts on “Coltiviamo la diversità! A scuola si parla di comun’Orto

  1. I’ve learn a few good stuff here. Definitely value
    bookmarking for revisiting. I surprise how so much attempt you put to
    create the sort of fantastic informative website.

  2. I just like the helpful info you provide for your
    articles. I’ll bookmark your weblog and test
    once more right here regularly. I’m rather sure I’ll learn lots of new stuff right right here!
    Best of luck for the next!

  3. It’s the best time to make some plans for the future and it is time to be happy.
    I have learn this post and if I may just I wish to counsel you some fascinating things or tips.
    Perhaps you could write subsequent articles regarding this article.
    I want to read even more things about it!

  4. Today, I went to the beach with my children. I found a sea shell
    and gave it to my 4 year old daughter and said “You can hear the ocean if you put this to your ear.” She placed the shell
    to her ear and screamed. There was a hermit crab inside
    and it pinched her ear. She never wants to go back!
    LoL I know this is entirely off topic but I had to tell
    someone!

Lascia un commento