incontro-orto-apr2017 (2)

ComunOrto 2018/2019: cura della terra e delle relazioni

«Nessuno educa nessuno, nessuno si educa da solo, gli uomini si educano insieme, con la mediazione del mondo» diceva Paulo Freire, ed oggi questa frase risulta ancora vera se non si vuole far diventare i problemi di questo millennio sfide insormontabili per individui solitari. Queste poche parole del grande pedagogo brasiliano ispirano l’equipe di lavoro di comun’Orto che ha scelto di cercare nella pratica una modalità di lavoro di gruppo/comunità che aiuti il singolo a riprendere potere sulle proprie azioni e a imparare a inserirle in contesti più ampi dove queste possano trovare risonanza e acquisire significato e potere di cambiamento.

Il progetto ha raggiunto gli obiettivi previsti durante il primo periodo di lavoro:
· coltivazione di due orti affidati in comodato gratuito dal Comune di Rovereto (orto Driopozzo e orto Gandhi), che ha permesso anche il recupero di un terreno comunale degradato e marginale (orto Gandhi),

incontro-orto-apr2017 (1)

· la produzione di verdura ed erbe aromatiche secondo i principi dell’agricoltura sinergica
· percorsi educativi incentrati sul tema dell’ecologia e della multiculturalità nella scuola materna Brione, nella primaria Gandhi, nella media Negrelli, nel Liceo Rosmini, nell’Istituto alberghiero, con complessivamente 14 classi coinvolte
· molti eventi sociali, culturali e ricreativi a cui hanno partecipato cittadini di Rovereto e località limitrofe

· corsi formativi sulla sostenibilità ambientale e l’agricoltura sinergica

Hisilicon Balong
· attività programmate negli orti per l’acquisizione di competenze lavorative da parte di richiedenti protezione internazionale e il loro inserimento nella rete sociale del territorio

lavori-comunorto-2017
· la comunicazione delle proprie attività (pubblicazione di News cartacee e informazioni su Facebook).

 

A conclusione della prima fase del progetto, un ulteriore contributo del Comune di Rovereto ha permesso la continuazione del lavoro negli orti assieme ai richiedenti protezione internazionale e ai volontari fino all’autunno 2017. Anche in questa estate continua l’organizzazione di eventi con accoglienza di volontari, cittadini di Rovereto, paesi e città limitrofe, oltre che i progetti in collaborazione con la colonia estiva del
Centro Anch’io e il centro giovani SmartLab.

 

ProgettoComunOrto-2018-2019

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus